Dichiarazione d’intenti – Parte I

 

Partendo da una intuizione di Lele ho deciso di pubblicare una conversazione che abbiamo avuto dieci minuti fà, che non tratta di massimi sistemi, che non fa ridere, che non vuol dire molto, che non vuole apparire come lo sfogo di un depresso, ma che per me è importante. è divisa in due parti e si legge da sopra a sotto (come tutte le cose) partendo da qui! 

           Ponch     #20 scrive:

a pisè

Lele scrive:

dimme

           Ponch     #20 scrive:

lo sai che in questi giorni sto attraversando un periodo di incomunicabilità?

ad esempio

ieri ho scritto un post lunghissimo sulla mia visita dal dentista

poi alla fine non l’ho pubblicato

xkè ho pensato

che primo

nessuno sarebbe arrivato alla fine per leggerlo

e secondo che quei pochi che fossero arrivati alla fine non avrebbero avuto niente da dire al riguardo

ora

Lele scrive:

secondo me se proprio vuoi un consiglio

posso?

           Ponch     #20 scrive:

aspè

Lele scrive:

dimme

           Ponch     #20 scrive:

stavo scrivendo del film

e mentre scrivevo

mi sono fermato

perchè ho pensato

che avevo già scritto troppo

che pochi l’avrebbero letto

e che avrei dovuto svuotare tutto il contenuto del mio pensiero per renderlo di facile comprensione e per non offendere la sensibilità dei coglioni che si sarebbero sentiti presi in causa dalla mia critica al menefreghismo

Lele scrive:

lo vuoi un consiglio

           Ponch     #20 scrive:

eh

dimme

Lele scrive:

una piccola frase

per ogni giorno

un piccolo pensiero

la vita te la vivi tu

le cose belle te le vivi tu

agli altri solo il ricordo di quello che hai passato

di quello che ti è capitato

e basta

           Ponch     #20 scrive:

e no

è proprio questo che vorrei evitare

a me piacerebbe

ed è il mio intento scrivendo sul blog

che la gente esca un minimo accresciuto

o cmq divertito

o toccato

dopo aver letto il mio blog

mi piacerebbe che la gente

Lele scrive:

che la gente possa chiedermi che è successo quel giorno

           Ponch     #20 scrive:

leggendo

o cmq guardando i filmati

pensi qualcosa

non dico di bello o di brutto

ma che pensi qualcosa

e che lo condivida a sua volta!

invece nessuno commenta

e se commenta commenti cose idiote peggio delle idiozie che sono arrivato a scrivere io

Lele scrive:

non vuol dire che nessuno lo legge o nessuno pensa

           Ponch     #20 scrive:

si

non lo metto in dubbio

ma una cosa non espressa

io non la posso vedere

non la posso sentire

e dopo un pò posso pensare che non esista

se ci fai caso

quando c’è un post con parecchi commenti

Lele scrive:

però ti viene la curiosità di pensare se gli altri l’hanno letta

           Ponch     #20 scrive:

anche se insignificanti

poi sono portato a scrivere di più e più frequentemente

quando nessuno commenta

Lele scrive:

cosi dovrebbe succedere a quelli che leggono i tuoi piccoli  interventi

           Ponch     #20 scrive:

ma anche a voce quando ci vediamo per dire

non scrivo più

ad esempio

tu o strollo

Lele scrive:

si

           Ponch     #20 scrive:

non commentate quasi mai

ma so che lo leggete

xkè se io parlo di una cosa scritta sul blog

voi la collegate

e la capite

Lele scrive:

si giò

ma c’è anche da dire

che di amici ce ne stanno pochi

           Ponch     #20 scrive:

esatto

ed è questo che mi porta a non sentire il bisogno di scrivere!

Lele scrive:

a giò ma dal blog che vuoi tu?

secondo me deve essere solo una tua valvola di sfogo

           Ponch     #20 scrive:

condividere

Lele scrive:

non una schiavitù

se lo vuoi scrivere lo scrivi sennò ciccia

           Ponch     #20 scrive:

io vorrei che quello che scrivo

toccasse chi lo legge

non dico che debba toccare tutti

Lele scrive:

e quello l’ho capito

           Ponch     #20 scrive:

non ho velleità di protagonismo

sennò anzichè scrivere sul blog di windows

andavo su myspace

e mi facevo due milioni di amici che non conosco

e leggevano tutti

però

vorrei

che le 80 persone che quasi ogni giorno aprono il blog

venissero un pò più incontro

e si ingegnassero un pò

vorrei che quello che scrivo avesse un senso palese

e non tacito

xkè cmq

se ci tornano

vuol dire che si interessano

Annunci

8 pensieri su “Dichiarazione d’intenti – Parte I

  1. GUARDA CHE I TUOI COMMENTI TOCCANO E COME…RICORDO ANCORA QUELLO DELL’INCIDENTE SULLA MOTO DI QUALCHE ANNETTO FA ORAMAI…OPPURE DI TUTTE LE MOTO….E DELLE LORO STAGIONI…GUARDA GIò CHE è DAVVERO PIACEVOLE LEGGERTI E SOPRATUTTO…DIVERTENTE…
    OGNI VOLTA CHE LAMPEGGIA QUALCOSA VICINO A TE GIà SO CHE CI SARà DA RIDERE…E ASPETTO DI AVER FATTO TUTTO IL RESTO SU INTERNET PER POI GUSTARMELO IN TRANQUILLITà…PRIMA IL DOVERE E POI IL PIACERE…
    QUESTO EPR FARTI CAPIRE CHE A ME IL TUO MESSAGGIO ARRIVA…E SCRIVI PURE DEL DENTISTA SE NE HAI VOGLIA CHE IO ME LO LEGGO TUTTO…E SE NN COMMENTO NN è PERCHE NN HO IMPRESSIONI O SENSAZIONE…MA è PERCHE COME IN TUTTE LE COSE…
    …..TE Pò PURE NN ANNà!!!!!UN BACINOOOOO

  2. a giò io te leggo sempre quando compare la stelletta affianco a ponch…solo che nn scrivo perchè nn so che cazzo scrivece…e così penso sia un pò per tutti…dovresti tipo mette dei premi che a fine mese vengono sorteggiati tra i commenti e se vince qualche surpelta o che ne so un arimando…ciao

  3. ma che non toccano?
    vojo vede’ tra i tuoi amici chi è che non mette acqua ovunque!
     
    che bello tutte cose serie e io scrivo cazzate.

  4. ciao Gio sono il bro Paolo. ci sono molte cose che vorrei dirti ma che cercherò di sentitizzare…
    se adesso mi trovo qui a scrivere vuol dire che ero venuto a leggerre il tuo blog a prescindere da ciò che c’era scritto. tu non ti puoi neanche immaginare da quanti mesi o anni io leggo il tuo blog, e allora tu mi chiederai: ma in tutto questo tempo perchè mi hai lasciato solo uno o due commenti? la risposta è facilissima. devi sapere che io sono un ragazzo al quale non gli va di fare praticamente un cazzo, dico sul serio, ogni volta che leggo qualcosa non mi va di commentare ne a voce ne tantomeno per iscritto, sono un caso clinico…tornando al discorso io ti devo ringraziare davvero perchè tu neanche ti immagini quante volte il tuo blog mi ha tirato su nelle giornate tristi o nei pomeriggi pallosi di studio…quindi ti devo dire una cosa ed è quella di non cambiare mai perchè a me piace questo Giorgio lo stesso che ho conosciuto in un torrido pomeriggio d’estate di 4 o più anni fa. e non devi ricercare nelle vaste praterie del tuo cervello qualcosa che susciti un commento perchè a me piacciono anche i post demenziali di una riga. perchè se tu eri una persona che si voleva far prendere troppo sul serio molto probabilmente non saresti mio amico e di molti altri…perciò caro Giorgio continua come hai sempre fatto e non ti fermare, continua ad esser quel ragazzo ricco di ingegno e dotato di un gran senso dell’umorismo, e continua a menzionare le tue faccende giornaliere (ad esempio il divano) o le giornate passate con i tuoi compagni di squadra perchè ci sarà sempre qualcuno che leggerà il tuo blog, io in primis!!!!! e sappi e se non lo sai sallo (come dice bonolis), che qualsiasi persona che non lascerà un commento sarà solo un indolente, pigro e apatico come me che non ha voglia di fare un cazzo, ma che nell’amicizia un commento positivo per te lo lascerà sempre!!! BUONA GIORNATA GIO
     
     
     
                                                                                                                                                             Paolo

  5. io il tuo blog nn me lo sn letto tutto (giuro solo x mancanza d tempo ma stas torno!), ma da qst 2 interventi capisco ke hai il mio stesso problema: cose troppo personali?????
    NAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA! Penso che ammorberei il povero pubblico.
    Cazzate a non finire???? Neanche.Dopo 1 pò mi ammorbo da sola.
    Allora che fare? Personalmente adotto la tattica della mafiosa: IO NENTE SENTO! Ovvero: se la gente vuole leggere e commentare ne sn più che felice e posso conversare x ore, ma dato ke la stragrande maggioranza delle visite legge, carpisce le mie emozioni e poi mi ignora, allora vabbè, fate un pò come minkia vi pare!!!!!!!!!
    Cmq riguardo a S. Valentino consiglio stivali, possibilmente pelosissimi e l’ammmmòre busserà alla porta.
    AH AH AH AH AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. scusa che ti importa se pensi che nessuno possa capire quello che dici?anche io nel mio blog ho scritto tante cose di getto,poi rileggendole mi sono resa conto che facevano schifo,o meglio, che non potevano essere capite dagli altri perchè troppo confuse…..però ci si prova no? alla fine scrivere è una sorta di terapia, scrivi e stai bene,è quello l’importante!se poi pensi che gli altri non possano capire o possano stufarsi bè……affari loro! XD scherzi a parte,scrivi quello che ti viene,è sempre bello leggere quello che passa nella testa degli altri (per la serie ‘facciamoci gli affari nostri’)……

"La felicità è vera solo se condivisa."

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...