Ragionamenti fuor di delirium

Allora… qual’era l’argomento?
Sì: le foglie, gli alberi in generale e il vento. Il vento quando soffia sposta le cose, se ha forza sufficiente a muovere un relativo peso. Poco peso, poco vento; tanto peso, tanto vento… Peso inchiodato al terreno? Tutto il vento che vuoi ma rimarrà lì. Ci sono cose che per quanto si soffi forte, non si smuoveranno mai. Una fogliolina tipo quella di Forrest Gump basta molto molto poco a spostarla, una spiga di grano necessita di un vento percettibile ma non forte, le pagine di un libro si aprono/chiudono se c’è molto vento, un albero si sposta forse forse se c’è un cazzo di uragano. E gli uragani, se non si vive in Nebraska, sono una rarità. Capitano, ma molto raramente. Chiaramente l’albero è più complicato da spostare perchè, oltre al peso, ha delle radici molto radicate o forse perchè non vuole farsi spostare (in questo momento sono un sognatore non un fisico). Il cane che insegue la sua coda non stà tentando di fare altro che domandarsi: quanto vale la pena di mettersi a cercare di muovere un albero quando puoi soffiare su un sacco di foglioline? Oppure: perchè vuoi soffiare quando hanno inventato le accette o, meglio, le seghe elettriche? Anche: albero puoi parlare e dirmi qualcosa o devo fare tutto da solo?

Gli occhi della gente vedono le cose da una prospettiva semplificata, non capiscono il mio ragionare ragionato semplicemente perchè non ragionano. O perchè non se ne curano, non lo cagano proprio, si fermano alla terza o quarta parola cominciandosi a domandare quante altre ne dirò e se riusciranno, quando avrò finito di parlare, ad avere effettivamente compreso le prime due. Le scrivo per semplificarle ma diventa peggio perchè non vengono neanche lette… cosa dovrei fare? O smetto o divento Moccia/Tiziano Ferro.
Mai dire mai. Sono sempre speranzoso, ma non vorrei che il disincanto diventi rassegnazione perchè non voglio vivere ad un’altra velocità, mi piace la mia e vorrei trascinare gli altri che per un motivo o per un altro sembrano poter spiccare il volo e poi mi deludono.
Non so ancora come ma in qualche modo curerò tutto questo… forse premendo 3?? Magari andando a Trastevere con lo scettro e la corona.

Annunci

"La felicità è vera solo se condivisa."

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...