Ciclicità

Merda! Questa pasta era di un piccante mai visto. Quando decido di farmi del male con il peperoncino ci riesco alla grande… che devo fare se mi piace così? Mi piace forte e chiaro, mi piace che resta, mi piace che poi se te lo passi per sbaglio vicino agli occhi te li infiamma, mi piace sentirmi sull’orlo dell’autocombustione, mi piace pensarmi infuocato. In mezzo alle fiamme, io che sono acqua, che mi faccio attraversare dalle scosse elettriche e mi accendo come una lampadina e che illumino il genio con la mia luce razionale. Ahimè! Quanto vorrei non essere così forte e sentire il peso di questa croce! Invece ormai la pelle è cambiata, è diventata come la quercia che tutto conosce, niente mi scalfisce, nulla mi ferisce, nulla può spezzarmi. Mi ritrovo al punto di partenza, al dubbio che tutto ha generato all’inizio: "perchè si è spostata?" e stavolta temo fortemente di sapermi rispondere anche se sono cambiati i luoghi e sono passato da un’ascensore ad una finestra. Lo so, scarsa convinzone in quello che stavo facendo proprio per la certezza che fosse la cosa giusta. Paura? No, ma riuscire a fissare una luce così intensa è difficile. Però aspetta! Quella finestra era spalancata… Pazienza piccolo Palla! Pazienza della formichina come sei solito dire. Abbi pazienza. I frutti maturi sono quelli più saporiti e il sapore della conquista ti appagherà degli sforzi. Prendo me stesso ed esco dal tempo, pronto a tornare.

"L’arte del risveglio: Il guerriero della luce si sta svegliando dal suo sonno. Egli pensa: "non so affrontare questa luce, che mi fa crescere". La luce, tuttavia, non scompare. Il guerriero pensa: "saranno necessari dei cambiamenti che io non ho voglia di fare". La luce è sempre là – perché la volontà è una parola piena di trucchi. Allora gli occhi e il cuore del guerriero cominciano ad abituarsi alla luce. Essa non fa piú paura. Lui comincia ad accettare la propria Leggenda, anche se questo significa correre dei rischi. Il guerriero è rimasto addormentato per lungo tempo. È naturale che si risvegli a poco a poco." – Paulo Coelho

Un guerriero della luce crede nel principale insegnamento dell’I Ching: "La perseveranza È favorevole." Egli sa che la perseveranza non ha niente a che vedere con l’insistenza. Ci sono periodi in cui i combattimenti si prolungano oltre il necessario, esaurendo le forze e indebolendo l’entusiasmo. In quei momenti, il guerriero riflette: "Una guerra che si prolunga finisce per distruggere anche il vincitore", allora ritira le proprie forze dal campo di battaglia e si concede una tregua. Persevera nella volontà, ma sa aspettare il momento migliore per un nuovo attacco. Un guerriero torna sempre a lottare. Non lo fa mai per caparbietà ma perché nota il cambiamento nel tempo. Un guerriero della luce sa che alcuni momenti si ripetono. Spesso si ritrova davanti a problemi e situazioni che ha già affrontato. Allora si sente depresso, e pensa di essere incapace di progredire nella vita, giacché‚ i momenti difficili si sono ripresentati. "Questo l’ho già passato" si lamenta con il suo cuore. "E’vero, l’hai vissuto – risponde il cuore – ma non l’hai mai superato." Il guerriero allora comprende che il ripetersi delle esperienze ha un’unica finalità: insegnargli quello che non vuole apprendere. – Paulo Coelho

Annunci

Un pensiero su “Ciclicità

  1. Non è un caso; ieri mi sono appuntata queste parole.I cerchi sono chiusi. Tutto inizia per poi finire, tutto nasce per morire,la ciclicità delle stagioni,così come la Vita, la Luna, il Sole.Tutto è una cosa sola.:|

"La felicità è vera solo se condivisa."

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...