A

Ho creato un mostro. L’ho portata ad essere lo specchio di me, l’ho portata per mano dentro una grotta, le ho regalato una straripante ragione e l’ho vista ubriacarsi al funerale del suo sentimento. è disarmante quanto sia lucida, come calcoli perfettamente le probabilità analizzando i piccoli dettagli per arrivare all’esclusione totale del caso. Parla, con coscienza, del destino e denigra chi sogna. Usa il suo corpo come una merce in saldo, più vende e più guadgna e poco importa chi compra o quanto paga. Ha alzato un muro tra se e il mondo e stà facendo i preparativi per far scavare un fossato e riempirlo d’olio bollente, continuare a tirari sassi da quì sotto non servirà a nulla, non riuscirò mai a centrare la sua finestra. Non rimarrà sola, forse sceglierà di esserlo ma avrà la fortuna di poter tornare indietro in ogni momento: la bellezza è una via d’uscita d’emergenza. Io la guardo rimanere indifferente al calore mentre allontana tutto quello che potrebbe sfiorarle il cuore. Mi sembra un pò assurdo e un pò scontato, comunque chiarissimo, mi basta guardare poco più indietro e vedere la stessa immagine. Che peccato Triste L’unica speranza è quella di un destino comune fino in fondo e che col tempo si ricordi come faceva a sognare.

"Le mie chiavi di casa puoi tenertele tu, per trovarmi una stanza ed un letto in affitto non mi servono più." – Francesco De Gregori

Annunci

"La felicità è vera solo se condivisa."

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...