Ambizione (un post apparentemente sconnesso)

“Negli ultimi 33 anni, ogni mattina, mi sono svegliato e guardandomi nello specchio mi sono chiesto: “Se oggi fosse l’ultimo giorno della mia vita, vorrei fare quello che sto per fare oggi?” E ogni volta che mi sono risposto “no” ho capito che c’era qualcosa che dovevo cambiare. [..] ricordarsi che dobbiamo morire è il modo migliore che io conosca per evitare di cadere nella trappola di chi pensa di avere qualcosa da perdere. Non c’è ragione per non seguire sempre il proprio cuore. [..] Il vostro tempo è limitato, per cui non lo sprecate vivendo la vita di qualcun’altro, non fatevi intrappolare dai dogmi, non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore e, cosa più importante, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione: in qualche modo loro sanno cosa volete veramente diventare. Tutto il resto è secondario. [..] Io auguro a tutti voi: siate affamati, siate folli!”

Si può vivere la propria vita o si può lasciare che la vita viva noi, c’è sempre la possibilità di scegliere: scegliere se saremmo noi a condizionare gli eventi della nostra vita o se saranno gli eventi della nostra vita a condizionare noi. L’unica discriminante è la nostra volontà. Come ho scritto e detto tante volte, non esiste “posso/non posso” esistono solo “voglio/non voglio”, gli eventi che non possiamo controllare sono pochissimi e nella maggior parte dei casi sono tragedie… ma è anche vero che nel mondo c’è gente come Zanardi, Pistorius, o a cui è andata peggio, che dimostrano il non esistere dei limiti della volontà. Amo la mia lucidità di pensiero e amo la mia forza con cui sostengo le tesi che sono arrivato a ritenere giuste. Ci sono momenti nella vita in cui ci si smarrisce, in cui si tocca il fondo, in cui ci si sente come uno che stà annegando… beh, sono quelli i momenti in cui tiri fuori i coglioni, in cui superi l’umano per riemergere, per riprendere la boccata d’aria che ti salverà e che veramente capisci quanta forza hai tenuto latente dentro di te per pura ignavia. Forse il problema è che non tutti rischiano di annegare. Viviamo nella società dei salvagenti, dei genitori onnipresenti, nessuno rischia nulla, il coraggio non è più un valore a fondamento della società, la società dei rapporti superficiali, della menzogna come normalità, non si insegna più l’onore e il rispetto nè di se stessi nè degli altri. A questo punto, auguro a tutti di annegare, di prendere il mattone in testa di Jobs, di incontrare difficoltà, e di avere accanto persone che vi insegnino a stare in piedi. Non che vi tengano in piedi: che vi insegnino a stare in piedi, perchè io sono stato fortunato e ho avuto un padre che non mi ha mai fatto mancare niente ma che non mi ha mai portato in braccio o preso per mano. Anzi, quando inciampavo mi rimettevo subito in piedi per paura che mi vedesse a terra e mi facesse il suo sguardo severo, quello più tagliente di una lama, quello più duro della roccia. Sembrerò superbo come al solito nel mio sentirmi così sicuro di me stesso o nel mio sembrare sempre in controllo della situazione anche più dolorosa, lo so. Ma non è superbia, è coscienza che è inutile stare a piangersi addosso e che più mi lascerò andare a fondo come un sasso e più sarà arduo risalire prima di finire l’aria.
Fatevi le canne, vivete senza ambizione, lasciatevi annegare, arrendetevi alla prima difficoltà, abbattetevi per gli affetti che perdete o che non riuscite a conquistare. Io no.

Annunci

2 pensieri su “Ambizione (un post apparentemente sconnesso)

  1. Amaramente condivido molte delle cose che dici. In realtà la mia misantropia è nota e altrettanto nota la mia superbia, quella che onestamente mi fa sentire migliori di molti altri, della maggior parte di sicuro. Ora puoi leggere qualcosa di me, aspettando di rincontrarci ancora.
    Ossequiosi saluti

  2. Bravo palla!!condivido pienamente….hai descritto in fondo la realtà. L’unica cosa? farsi le canne non vuol dire vivere senza ambizioni.

"La felicità è vera solo se condivisa."

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...