Torpore

Ieri sera esco in smart per andare a prendere mio fratello all’aereoporto, in tuta e felpa con il cappuccio blu, insomma la mia tenuta ordinaria da rumeno. Guidare di domenica sera dopo una giornata di ozio totale equivale a mettersi dietro ad una qualsiasi macchina e fissarla ebeticamente per avere un riferimento che ti mandi dritto senza farti cogliere eccessivi particolari che ti risveglino dal tuo torpore, e così ho fatto. Solo che la macchina che mi sono trovato davanti era una limousine bianca a cui mi sono accollato meccanicamente, senza neanche rendermi troppo conto che ci fosse una limousine a Balduina, e che ho seguito per almeno 10 minuti, perchè faceva la mia stessa strada, fissando il finestrino posteriore a vetri oscurati domandandomi questioni sui massimi sistemi tipo “ho mangiato due ore fa… perchè ho già fame?”. La stranezza è che ad un certo punto si è aperto un finestrino ed è spuntata una mano di donna che ha iniziato a salutarmi. Vedendola e con i riflessi totalmente non pervenuti ho pensato qualcosa di scimmiesco e solo dopo un minuto ho avuto la prontezza di dare una botta di abbaglianti, allora il finestrino si è riabbassato e la mano è riuscita… ma la limo aveva la freccia a sinistra e io, sempre perchè intontito stavo andando a Fiumicino meccanicamente, a destra. Stamattina mi sono ricordato la scena e con gli istinti scossi dalla caffeina ho cominciato a farmi mille film… morale della favola? “Chi dorme non piglia pesci!”

Annunci

"La felicità è vera solo se condivisa."

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...