Semplicità disarmante

Il vero problema è che è bello complicare le cose perchè complicandole si resta attaccati alla speranza che la realtà possa essere diversa da quella che pensiamo sia. Allora di un comportamento o di una parola si cercano le cause più strane e disparate, i significati multipli ed incrociati, i doppi sensi e i sensi lati, si distorce tutto e si creano sovrastrutture su cui si passa ore ed ore a fare cinematografia e letteratura quando la situazione è semplice. Quando un telefono non squilla, le persone non si vogliono sentire. Quando due persone non si incontrano, non si vogliono vedere. Quando le persone non si amano, non si trovano fatte l’una per l’altra. E quando una delle due non fa quello che vorrebbe facesse l’altra, partono cantieri edili da far imbarazzo a cinesi e giapponesi, si creano castelli volanti sfarzosi e mirabolanti per non accettare che dall’altra parte c’è qualcosa di diverso o non c’è nulla e, nel passare giornate a costruire megaliti immaginari, ci scordiamo di guardare la realtà, di accettarla e di viverla per quello che è e per quello che ci può offrire. è inutile vivere sospesi rimanendo attaccati a quello che non c’è perchè la sostanza è che le persone che amano chiamano, sacrificano, inseguono e ottengono; le persone che non amano, no. Se i rapporti non vanno la questione è semplice: la verità è che non gli piaci abbastanza o che c’è un altro/a. L’unico impedimento all’amore è il non-amore. Basta masturbazioni mentali.

Annunci

"La felicità è vera solo se condivisa."

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...