F

Volevo un segnale ed è arrivato. Forte come uno tsunami, chiaro come un lampo. Devo ringraziarti Mamma?

Ho amato due donne nella mia vita, ho odiato due uomini nella mia vita.
Quasi 5 anni fa mi sono innamorato, seriamente. Vivevamo a casa mia e sembravamo mia Madre e mio Padre in miniatura, giocavamo sempre contro a Burraco e facevamo le stesse litigate. Quando loro le mettivi vicine sembravano sorelle, due bambine. Lei era il lato solare di mia madre, ho vissuto un momento meraviglioso. Poi la mia follia mi ha fatto rovinare tutto. E tutto è finito. Ad oggi ancora zoppico e porto le ferite di quel finale: la prima donna che amamo davvero, andava a letto con uno degli uomini che tanto odiavo. Un trauma. L’ultima volta ci siamo scritti ieri sera, Lei mi cerca e io continuo a ripeterle che ci sarò sempre, Lei continua ad essere lontana nel mondo. Mia madre se ne è andata 2 anni fa a causa della sua incapacità di accettare la realtà dei grandi, se ne è andata per un vizio, il suo lato oscuro. Se ne è andata ancora bellissima. Io sono incapace di accettare di aver perso il mio pilastro.
Dopo 15 giorni mi innamoravo di nuovo, pensavo fosse l’interpretazione del segnale del Destino: ti levo tua madre e ti metto accanto la donna della tua vita. Per lei ne ho lasciata un’Altra che sembrava perfetta. Mi è entrata nella testa passando per l’orifizio da dove esce il mio vizio, una passione carnale disarmante salita dritta al cervello e da cui non ho più saputo fare a meno. Una droga. Totalmente preso. Un amore folle, l’incapacità di staccare le mani dal suo corpo o il dito dal telefono, inebriante. Era il lato oscuro di mia madre, quella follia perversa che ogni tanto la portava lontano da se stessa e dai suoi ideali. Inaspettatamente, la mia vanità mi ha fatto rovinare tutto. Dopo due mesi è sparita “non merito il tuo amore”. Poi è tornata. Poi è sparita. Ritornata. Risparita. Fino a diventare un fantasma. Fino a ieri, l’ultima volta che mi ha scritto, dicendomi che voleva il mio bene e che ero il suo faro.  Mi sono aperto il cuore per farle capire che errore fosse il pensare di non meritare il mio amore, ho dato il meglio di me. Oggi scopro che si è fatta scopare dall’unico altro uomo che ho odiato in vita mia. Pensare che una volta, dopo aver fatto l’amore, le dissi “ho paura che tu mi faccia lo stesso male che mi ha fatto la mia ex”, che gufata mi sono fatto. Anche se ammetto che lei l’aveva detto dall’inizio di non essere la donna per me. Lo sapeva.
è stata la botta più forte che ho preso. No, non la più forte, è l’insieme delle botte che è impressionante: io non ho più la forza, non riesco più a reggere, ne ho prese troppe. Anche se mi rialzassi chiedo il K.O. tecnico.

La forza magari non ce l’ho, in compenso ho dei meravigliosi amici che ho chiamato subito, tutti. Ognuno ha messo un pezzo del puzzle, ne è uscito fuori il disegno di una strada. Adesso sta a me avere il coraggio di scegliere la direzione e cominciare a camminare. Scegliendo di avere la forza di non voltarmi mai più perchè, a questa roba, se le dai modo di continuare ad esistere ti insegue e non ti lascia mai. Sono pronto per abbandonare il ricordo dell’amore che ho nutrito per mia Mamma, sono pronto a lasciarmi alle spalle tutto il dolore che ho subito da sempre, sono pronto a bruciare tutto ciò che ho intorno, tutto ciò che ho coltivato finora, e a ricominciare da capo.

Devo smetterla di cercare la perfezione preconfezionata, devo crearla. Sono pronto. Sono stato tutto ed il contrario di tutto. Adesso devo partire per la strada verso un nuovo me. Ma ti prego Destino: Elia no. Ci siamo intesi?

Annunci

"La felicità è vera solo se condivisa."

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...