Cose che ho imparato in Sri Lanka (da solo)

  1. Natale viene identificato come momento di rinascita e cade, in modo sfacciato, a ridosso del solstizio di inverno che però si sposta ogni anno di qualche ora o giorno indietro.
  2. Se sono i soldi a muovere tutto, è la fregna che tira verso il voler far soldi o sono i soldi che attirano la fregna?
  3. La Lonely Planet è una delle società del male: è in grado di fare la richezza di un posto semplicemente perchè è riportato sulla guida, a prescindere dal fatto che sia di qualità o caratteristico, anche se è una chiavica, basta che sia citato lì e sarà eternamente pieno stracolmo.
  4. Esistono persone che fanno atti di gentilezza immotivata a sconosciuti come comprare loro la cena al supermercato e accompagnarli dall’altra parte della città a piedi.
  5. Il bello del viaggiare con lo zaino in spalla è che se hai un po’ di pazienza e la giusta tecnica puoi pressare qualsiasi cosa e guadagnare continuamente spazio, continuare a far entrare roba.
    5 bis. – Il brutto di portare creme solari o idratanti nello zaino è che se decidi di pressare con tenacia e sapienza farai scoppiare le creme all’interno dello zaino con le ovvie conseguenze di questo inconveniente.
  6. Ci sono gesti inconsci che sono inarrestabili, come perdere il cellulare.
  7. Quando scali una enorme montagna e arrivi in cima attraverso una scaletta è di vitale importanza memorizzare bene dove quella scaletta sia e come sia fatta, altrimenti si corre il rischio di prendere un’altra scaletta molto simile ma situata nella parte opposta della cima che potrebbe portarti dall’altra parte del monte, nel bel mezzo del nulla, e costringerti a scalare nuovamente la montagna da capo.
  8. Prima di sostituire la gomma bucata di una enorme Gip da Safari è importante sincerarti che la gomma che stai andando a mettere non sia altrettanto bucata. Questo soprattutto quando la guida/conducente è uno schizzato totale che va contro ogni convinzione che una persona possa farsi sul popolo indiano.
  9. Esistono elefanti che scelgono di essere Single, loro se ne vanno dal branco e stanno per fatti loro. Per sempre.
  10. Quando pensi ad una possibile azione è molto più semplice provare a farla che stare lì a pensare all’inifinito numero di variabili che quella azione potrebbe scatenare.
  11. Non ho veramente più voglia di continuare a fare le cose che non mi va di fare. Se ne è convinto anche il fisico che ormai se non faccio quello che vuole lui mi punisce mi sevizia.
  12. Apparentemente la criminalità dovrebbe essere un problema per una persona che viaggia da sola, paradossalmente in Occidente è molto più pericoloso essere in gruppo perchè nel momento in cui ci sono tanti polli è lì che compaiono i lupi.
  13. Avere una moto in viaggio risolve l’80% dei problemi relativi agli spostamenti e alla fretta nel muoversi.
  14. Non posso vivere in posti dove non ci sia il mare, dove ci sia traffico e dove l’acqua sia inquinata. Questa è una decisione.
  15. Il segreto per sopravvivere al lavoro (o quantomeno a quello che sto facendo adesso) è spegnere il cellulare aziendale ogni volta che non sto lavorando e/o mi sto facendo un pacco maxi-formato di cazzi miei.
  16. Se sei di colorito scurissimo e hai dei ricci capelli neri con la densità del calcestruzzo e la barba, ti scambieranno per Indiano. E desterai sospetti anche dopo ave cominciato a parlare in italiano.
  17. Viaggiare da solo, oltre agli inestimabili benefici di poter organizzare tutto secondo il proprio volere dell’ultimo minuto e la totale concordia autoreferenziale sul giudizio relativo alle srutture, ai ristoranti e ciò che si incontra e si ammira, permette di avere il tempo di sistemare le idee e di fare accuratissimi discorsi in sincerità con la parte più profonda della propria intimità.
  18. Dopo un breve acquazzone di 1-2 minuti al massimo potrebbe arrivare una mareggiata fortissima ed improvvisa: qualora succeda devi stare fermo al tuo tavolo e non muovere nulla se non gli occhi, altrimenti portesti pestare qualcuna delle tartarughe nane e cucciole che la riva ha appena consegnato alla spiaggia.
  19. Per sopravvivere ai treni in Sri Lanka il segreto è accomodarsi fuori dalla porta, anche a treno in corsa, e aspettare sorridendo.
  20. Il formalismo ed il contegno degli Inglesi è quanto di più falso e costruito io abbia mai visto.
  21. In Sri Lanka avere delle ciabatte o delle scarpe è un accessiorio totalmente futile.
  22. Data la quantità di persone che ogni giorno fruiscono degli Autobus, lo spazio vitale si riduce al minimo e spesso le situazione ti fanno trovare in momenti in cui non hai altra opportunità che accettare la fisicità degli altri su di te (qualsiasi sesso, etnie, ceti, tutti!). Le persone più sciolte ed affettuose fanno anche dei gesti che vanno oltre la triste situazione: come quella vecchia signora con il vestito giallo che ha deciso di mettere la sua vagina sulla mia spalla per almeno due ore consecutive, costringendomi a buttare la maglietta al ritorno in camera.
  23. Senza ombra di dubbio, mia moglie non proverrà dallo Sri Lanka.
  24. Come ho fatto a vivere fino ad oggi senza fare Yoga?

Il mio personalissimo consiglio è di prendere uno zaino ed un biglietto aereo appena possibile e provare, per una volta, chiunque, a fare un viaggio da solo. Provate, poi ne parliamo.

Annunci

"La felicità è vera solo se condivisa."

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...