Cose che ho imparato in Islanda

  1. In spazi infiniti con città impopolose dislocate ogni 100 km le pecore fanno una vita da Signori: mangiano sano, bevono incontaminato, salutano quando passi, attraversano con calma, escono ed entrano da casa quando vogliono senza essere accompagnate da cani pastori.
  2. Il talento non si compra, o lo si ha o non lo si ha. Se lo si ha e non lo si sfrutta è un peccato mortale.
  3. L’essere umano è influenzato in modo viscerale dalla quantità e dalla qualità dell’aria che respira
    3.bis – RICORDATI DI RESPIRARE!
    3.ter – Se l’aria è buona sono molto più bello
  4. Non è possibile fare spazio al nuovo se non si rimuove totalmente il vecchio che ci portiamo dentro.
  5. Gli italiani che parlano inglese risultano ridicoli a tutti ma è altrettanto vero che tutti sembrano ridicoli quando parlano italiano ad un italiano.
    5.bis – Mi piace parlare le lingue degli altri a modo mio, mi da un senso di appartenenza a me stesso e alla mia tradizione
    5.ter – La lingua è un mezzo di espressione, l’importante è quello che si dice.
  6. Viaggiare in camper è ideale se si viaggia in 2.
  7. L’economia islandese è molto florida e si basa su un assunto fondamentale: se prezzi e salari sono altissimi si fanno guadagni enormi su tutto quello che spendono i turisti
    7.bis – Se vai in Islanda porta nel tuo bagaglio 23kg di cibo di qualsiasi tipo o accendi un mutuo per mangiare.
  8. Un indice del grado di civiltà di una nazione è come gestisce la distribuzione dell’acqua
  9. Se il fotografo è bravo può far sembrare che tu sia stato in verticale per ore.
  10. I Vichinghi dovevano essere brava gente ma pessimi scrittori.
  11. Vivere in nazioni che hanno densità abitative pari bassissime permette di pensare a se stessi in modo totalmente differente rispetto alla fretta cittadina.
  12. Le cascate lasciano senza fiato, se si respira si respirano particelle d’acqua che si sono infrante contro l’acqua stessa.
  13. Al contrario di quanto dicano e di quanto si possa immaginare l’acqua presente in un vulcano inattivo è tiepidina/mezza fredda.
  14. Quando si viaggia con un fotografo, e non si è fotografi, è utile portarsi un diversivo per ingannare il tempo mentre lui/lei passa ore ad immortalare, immobile, lo stesso punto dando in escandescenza se ti avvicini o se chiedi di spostarti.
  15. è possibile fare la rivoluzione se si è in 300.000 abitanti.
  16. Tanto più un animale mangia e beve sano, respira aria buona e vive in pace, tanto più sarà tenera e succulenta la sua carne (sarebbe 1.bis ma pareva brutto).
  17. è possibile occupare una frequenza radio a tempo illimitato se questa è libera.
  18. Per stare insieme due persone hanno bisogno di due cose: amore ed un progetto comune. Avere entrambi sarebbe l’ideale, con il primo da solo purtroppo non si fa nulla, con il secondo senza il primo si può fare di tutto ma prima o poi si traformerà in una catastrofe.
  19. Le regole sono le regole, a prescindere dal fatto che siano giuste o sbagliate. Rispettarle o infrangerle è una scelta, rispettabile.
  20. Se arrivi in una guesthouse e vedi una serie di scimmie urlatrici che fanno casino e sporcano/occupano qualsiasi spazio, sei sicuro di aver trovato un gruppo di italiani.
  21. L’Islanda è meravigliosa, perchè nessuno ci vive? Perchè per 6 mesi è giorni e per 6 mesi è notte, cosa totalmente insopportabile per chi non ci è nato o è sano biologicamente.
  22. Le donne Islandesi non sono male e hanno un carattere molto forte e deciso, invidiabile, ma non fanno proprio per me.
Annunci

Cose che ho imparato alle Seychelles

  1. In occidente un uomo ricco è un uomo di successo, in Africa un uomo felice è un uomo di successo
  2. Detto napoletano Tre so’ e putient’: o’ pap’, o’rre e chi nun tene nient”
  3. Il cielo è stellato, la gente è bacata
  4. Camminare a piedi nudi fa estremamente bene
    4 bis – camminare a piedi nudi su rocce scoglifere fa molto bene sul momento ma molto più male immediatamente a posteriori a causa degli innumerevoli tagli
  5. Viaggi avventure nel mondo si è troppo sputtanato, ormai anche al viaggio più semplice partecipano una massa di persone che di avventuroso non ha proprio nulla
  6. Gentilezza ed educazione nei modi sono i due valori da cui ho scelto di non prescindere nella vita
  7. Voglio vivere al mare
    7 bis – Voglio vivere il mare
  8. Il fenomeno dell’imprinting a primo pelo è una dinamica sociale estremamente potente e il tempo necessario per far cambiare idea alle persone è estremamente lungo e lo sforzo titanico tanto più le persone hanno preso confidenza con quella prima impressione
  9. I giocatori di football americano si causano la CTE: non c’è cura, bisogna solo aspettare che faccia il suo corso ed essere consapevoli
  10. Non ho nessuna intenzione di perdere la mia vita davanti ad un pc o attaccato con gli occhi ad un cellulare
    10 bis – Non ho nessunissima intenzione di passare le mie giornate seduto in ufficio
    10 ter – Tantomeno con l’aria condizionata
    10 quater- Senza finestre
    10 quintus – In mezzo a persone 20-30 anni più grandi di me
    10 sextus – facendo ore di traffico per arrivarci
  11. Il mio recente patrimonio genetico è terrone con un terribile mix Roma (55%) – Napoli (35%) – Puglia (10%)
  12. Le coincidenze non esistono ma ne capitano in continuazione
  13. La temperatura dell’acqua all’equatore può di gran lunga superare quella dell’aria
    13 bis – Farsi il bagno per rinfrescarsi è assolutamente inefficace
  14. Amo andare in bicicletta
  15. Ho ignorato per 30 anni l’esistenza di 7 tipologia di frutta presenti alle Seychelles
    15 bis – Chissà di quanti tipi di frutta e verdure ignoro l’esistenza
  16. Se non scrivo le Cose che ho imparato in un posto entro 3 giorni, poi, le dimentico
    16 bis – Se faccio passare qualche mese mi tornano in mente
  17. La musica altera le frequenze ed i comportamenti di chi le ascolta
  18. Ho deliberatamente e totalmente rilasciato il freno inibitorio delle parole, delle emozioni e dei comportamenti sociali
    18 bis – Sono un animale
  19. Di tutte le zozzerie che fanno le multinazionali quella che mi terrorizza di più è la privatizzazione dell’acqua e l’enorme potere che si può arrogare chi si relega il potere di imbottigliarla in via esclusiva
  20. Non è possibile paragonare viaggi di mare fatti in barca e viaggi di mare fatti in spiaggia
    20 bis – alla domanda di tutti se siano meglio le Seychelles o le Maldive non so dare risposta, sono state per me due vacanze differenti
  21. L’approccio presenzialista dei neri nei confronti delle donne caucasiche è sempre una scena degna di nota
  22. Voglio una vita senza Wi-Fi
  23. Se mai farò dei figli sarò solo se potrò farli vivere in mezzo alla natura e avrò il tempo di educarli

Cose che ho imparato in Baviera (Weekend)

 

  1. All’aereoporto di Monaco ci sono simpatiche ragazze asiatiche che ti aiuteranno a fare il biglietto per la metropolitana e ti daranno indicazioni su dove andare, poi ti seguiranno con fare da serial killer, senza alcun motivo logico
  2. L’offerta alimentare della Baviera è molto variegata: è possibile trovare maiale in qualsiasi forma o cottura sia conosciuta all’uomo, e birra Weiss, in qualsiasi esercizio commerciale. Ci sarebbe anche dell’altro ma se provi ad ordinare qualcosa che non sia maiale ti guardano male
  3. I parchi in Germania danno una sensazione diversa, la gente è abituata a starci in mezzo e quando ci si incontra si percepisce l’effetto che la natura ha sulla testa delle persone
  4. I mezzi di trasporto non solo funzionano e sono estremamente puliti, sono talmente comodi che, se sei fortunato, ti svegli proprio alla fermata giusta. Altrimenti continui a dormire per km e km.
    5 bis – il controllore ti chiede il biglietto per favore, attende mentre lo cerchi nelle miliardi di tasche che hai, e lo controlla sul serio
  5. Si può essere coppia anche se si è diversi, si possono trovare dei punti di equilibrio e imparare a capire i pregi e difetti dell’altro/a, solo se c’è una base di valori comune
  6. Le scuole e le università se nel verde e in alto nell’aria sono posti molto piacevoli da frequentare, probabilmente in Baviera sarei andato all’università qualche volta
  7. I gelatai di tutto il mondo parlano italiano
  8. Per scalare una montagna in serenità è necessario che apra la marcia il pù lento e la chiuda il più veloce, il più loquace sta bene nel mezzo
    9 bis –  andare in montagna con un toscanaccio e una montanara è viatico per un picnic memorabile
  9. L’acqua filtrata del rubinetto è più buona dell’acqua normale del rubinetto
  10. Le tasse in Germania non le paghi, te le prelevano dal conto (ruba se riesci!)
  11. Le donne bavaresi non sono male in assoluto, solo che non ci faccio tanto con le donne bione con gli occhi azzurri e i polpacci più grossi dei miei
    12 bis – Non è che mi veda tanto ad essere tenera con una donna che nell’intimità si esprime nello stesso modo del cantante dei Rammstein
  12. Con impegno, dedizione, alberi e pazienza è possibile riuscere a far meditare anche la persona più scettica della terra

Sarò strano io

Sarò strano io, mi piacciono i tramonti, il mare, gli animali e gli alberi.
Sarò strano io, mi piace andare al cinema e pensare che è bello sentire quello che sentono tutti gli altri che hai intorno mentre guardi il film, mi piace il rituale dell’andare al cinema.
Sarò strano io, non mi va più di bere e non mi va più di stare male un giorno intero dopo una serata e mi annoio in discoteca a non rincoglionirmi o in un pub ad inventare qualcosa da dire.
Sarò strano io, non ce la faccio più ad abbuffarmi come se non ci fosse un domani e ho imparato cosa mi fa stare bene e cosa mi fa stare male e non transigo.
Sarò strano io, mi piace la Musica che abbia un senso e mi piace anche il silenzio.
Sarò strano io, non mi piacciono gli specchi per le allodole e preferisco un sorriso sincero ad un artefatto arlecchino.
Sarò strano io, mi piace parlare con la gente che non conosco e andare a vedere posti che non ho mai visto.
Sarò strano io, mi piace scrivere sulla carta e mi piace guardare la grafia di chi scrive qualcosa a me.
Sarò strano io, non mi piacciono gli effetti speciali, la musica non suonata e le cose finte in generale.
Sarò strano io, mi emoziono a pensare a quello che c’è dietro uno sportivo che magari fa onestamente uno sport di sacrificio.
Sarò strano io, preferisco fare tanti chilometri tutti i giorni ma vivere in un posto dove posso respirare.
Sarò strano io, mi va di aiutare gli altri fin dove posso e non riesco a stare zitto e fermo mentre mi rubano tutto da sotto il naso.
Sarò strano io, non ce la faccio a buttare le giornate senza fare niente neanche se mi coprono d’oro per farlo.

Sarò strano io che penso. Fatto sta che non riesco a fare altrimenti.

Cose che ho imparato in Sri Lanka (da solo)

  1. Natale viene identificato come momento di rinascita e cade, in modo sfacciato, a ridosso del solstizio di inverno che però si sposta ogni anno di qualche ora o giorno indietro.
  2. Se sono i soldi a muovere tutto, è la fregna che tira verso il voler far soldi o sono i soldi che attirano la fregna?
  3. La Lonely Planet è una delle società del male: è in grado di fare la richezza di un posto semplicemente perchè è riportato sulla guida, a prescindere dal fatto che sia di qualità o caratteristico, anche se è una chiavica, basta che sia citato lì e sarà eternamente pieno stracolmo.
  4. Esistono persone che fanno atti di gentilezza immotivata a sconosciuti come comprare loro la cena al supermercato e accompagnarli dall’altra parte della città a piedi.
  5. Il bello del viaggiare con lo zaino in spalla è che se hai un po’ di pazienza e la giusta tecnica puoi pressare qualsiasi cosa e guadagnare continuamente spazio, continuare a far entrare roba.
    5 bis. – Il brutto di portare creme solari o idratanti nello zaino è che se decidi di pressare con tenacia e sapienza farai scoppiare le creme all’interno dello zaino con le ovvie conseguenze di questo inconveniente.
  6. Ci sono gesti inconsci che sono inarrestabili, come perdere il cellulare.
  7. Quando scali una enorme montagna e arrivi in cima attraverso una scaletta è di vitale importanza memorizzare bene dove quella scaletta sia e come sia fatta, altrimenti si corre il rischio di prendere un’altra scaletta molto simile ma situata nella parte opposta della cima che potrebbe portarti dall’altra parte del monte, nel bel mezzo del nulla, e costringerti a scalare nuovamente la montagna da capo.
  8. Prima di sostituire la gomma bucata di una enorme Gip da Safari è importante sincerarti che la gomma che stai andando a mettere non sia altrettanto bucata. Questo soprattutto quando la guida/conducente è uno schizzato totale che va contro ogni convinzione che una persona possa farsi sul popolo indiano.
  9. Esistono elefanti che scelgono di essere Single, loro se ne vanno dal branco e stanno per fatti loro. Per sempre.
  10. Quando pensi ad una possibile azione è molto più semplice provare a farla che stare lì a pensare all’inifinito numero di variabili che quella azione potrebbe scatenare.
  11. Non ho veramente più voglia di continuare a fare le cose che non mi va di fare. Se ne è convinto anche il fisico che ormai se non faccio quello che vuole lui mi punisce mi sevizia.
  12. Apparentemente la criminalità dovrebbe essere un problema per una persona che viaggia da sola, paradossalmente in Occidente è molto più pericoloso essere in gruppo perchè nel momento in cui ci sono tanti polli è lì che compaiono i lupi.
  13. Avere una moto in viaggio risolve l’80% dei problemi relativi agli spostamenti e alla fretta nel muoversi.
  14. Non posso vivere in posti dove non ci sia il mare, dove ci sia traffico e dove l’acqua sia inquinata. Questa è una decisione.
  15. Il segreto per sopravvivere al lavoro (o quantomeno a quello che sto facendo adesso) è spegnere il cellulare aziendale ogni volta che non sto lavorando e/o mi sto facendo un pacco maxi-formato di cazzi miei.
  16. Se sei di colorito scurissimo e hai dei ricci capelli neri con la densità del calcestruzzo e la barba, ti scambieranno per Indiano. E desterai sospetti anche dopo ave cominciato a parlare in italiano.
  17. Viaggiare da solo, oltre agli inestimabili benefici di poter organizzare tutto secondo il proprio volere dell’ultimo minuto e la totale concordia autoreferenziale sul giudizio relativo alle srutture, ai ristoranti e ciò che si incontra e si ammira, permette di avere il tempo di sistemare le idee e di fare accuratissimi discorsi in sincerità con la parte più profonda della propria intimità.
  18. Dopo un breve acquazzone di 1-2 minuti al massimo potrebbe arrivare una mareggiata fortissima ed improvvisa: qualora succeda devi stare fermo al tuo tavolo e non muovere nulla se non gli occhi, altrimenti portesti pestare qualcuna delle tartarughe nane e cucciole che la riva ha appena consegnato alla spiaggia.
  19. Per sopravvivere ai treni in Sri Lanka il segreto è accomodarsi fuori dalla porta, anche a treno in corsa, e aspettare sorridendo.
  20. Il formalismo ed il contegno degli Inglesi è quanto di più falso e costruito io abbia mai visto.
  21. In Sri Lanka avere delle ciabatte o delle scarpe è un accessiorio totalmente futile.
  22. Data la quantità di persone che ogni giorno fruiscono degli Autobus, lo spazio vitale si riduce al minimo e spesso le situazione ti fanno trovare in momenti in cui non hai altra opportunità che accettare la fisicità degli altri su di te (qualsiasi sesso, etnie, ceti, tutti!). Le persone più sciolte ed affettuose fanno anche dei gesti che vanno oltre la triste situazione: come quella vecchia signora con il vestito giallo che ha deciso di mettere la sua vagina sulla mia spalla per almeno due ore consecutive, costringendomi a buttare la maglietta al ritorno in camera.
  23. Senza ombra di dubbio, mia moglie non proverrà dallo Sri Lanka.
  24. Come ho fatto a vivere fino ad oggi senza fare Yoga?

Il mio personalissimo consiglio è di prendere uno zaino ed un biglietto aereo appena possibile e provare, per una volta, chiunque, a fare un viaggio da solo. Provate, poi ne parliamo.

Cose che ho imparato in Indonesia

  1. I viaggi come li faccio io sono avventure sociopsicologiche nel mondo, non conta la nazione ma conta il piano di congiunzione astrale che becco nel momento in cui premo PRENOTA
  2. Ho finalmente capito il concetto economico di Barriera all’entrata: la lotta di posizione degli emirati arabi sulle macchine termiche contro le auto elettriche si replica esattamente nello stesso modo per il tabagismo tradizionale contro quello elettronico con le stesse modalità ma attori diversi (protagonista: operatrice check-in bagli a mano Emirates, co-protagonista: turista europeo)
  3. Il colonialismo Olandese ha cercato di riportare nelle colonie ciò che di buono la propria cultura societaria era riuscita a concepire in patria: una volta resosi conto di starlo facendo nel posto sbagliato hanno cominciato ad esportare tutte quelle cose, che di buono hanno veramente poco, ma che attraggono un sacco di turismo da paesi colonizzati, a loro volta, dalle nazioni il cui maggiore turismo è rivolto all’Olanda stessa. Poi, hanno importato altre brutte cose ed alte attratività presenti nei paesi vicini alle colonie e, per completare, alcuni commercianti Napoletani
  4. Generalizzare e pensare che, come uno spagnolo possa far bene la pasta alla carbonara solo perchè è di una etnia simile a quella di un italiano, un Indosiano sappia fare un massaggio Thailandese per la stessa analogia, è follia pura e segno di scarsa intelligenza
  5. La mia grammatica è fortemente influenzata dal libro che sto leggendo nel momento in cui parlo o scrivo. Per informazione, sto leggendo lo Zen e l’arte della manutenzione della motocicletta
    5. Bis –  Non è logicamente desumibile che le mie scelte d’acquisto siano altrettanto influenzate dalle mie letture, ma non è inpensabile
  6. In paesi dove la tua mano viene tagliata se rubi, puoi lasciare lo zaino ovunque sapendo che lo ritroverai esattamente nello stesso punto dopo qualsiasi lasso temporale
  7. Ho imparato a fare dei geniali piani per la gestione corretta delle ore di volo da dormire per evitare il Jet-lag e lo sfalzamento delle abitudini alimentari, ora mi sto attrezzando per cercare di imparare a rispettarli
  8. La sanità Indonesiana è efficacissima nella gestione di emergenze con alto grado di difficoltà nella comprensione della malattia e bassa manualità nella medicazione però totalmente incapace in quelle dalla evidenza schiacciante della situazione clinica e semplici azioni manuali da compiere per la risoluzione. Insomma: i ragazzi hanno studiato bene ma hanno fatto poca pratica, evidentemente
  9. Il modello Arrivo, compro le spiagge della tua nazione e mi arricchisco con quello che guadagno costruendo enormi resort è arrivato ovunque. Prossima destinazione sarà l’Italia. Pensare la mia patria mi ha portato a pensare che sia meglio così rispetto a quanto viene fatto per valorazzore quei luoghi ora è desolante
  10. Si possono vivere infinite vite diverse, basta solo trovare il modo di aver abbastanza soldi per farlo
  11. Quando viaggi dall’altra parte del mondo ed in culture totalmente diverse dalla tua, il primo passo fondamentale per sopravvivere è individuare in quel luogo un piatto che sai faranno da tutte le parti e che, essendo abbastanza semplice da replicare, sarà sempre abbastanza piacevole da mangiare
  12. La confusione, o che dir si voglia il Meltin-Pot culturale, può generare delle situazioni apparentemente insensate ma all’atto pratico geniali come un ristorante indiano fusion che fa cucina francese buona come in Francia e quantità da ristorante Indonesiano
  13. Se lo stato francese boicotta il popolo sovrano, il popolo scende in piazza e fa la rivoluzione. Se lo stato italiano prende palesemente per il culo il popolo sovrano, il popolo scende in piazza e fa una sagra
  14. I tappi di cera per le orecchie hanno delle prestazioni strarodinarie e diventano di vitale importanza nel caso in cui ti ritrovi a dormire in un hotel con intorno una quantità oceanica di discoteche
    6. Bis – I tappi di cera per le orecchie hanno delle prestazioni strarodinarie e diventano di vitale importanza nel caso in cui ti ritrovi a dormire a 500mt da un ritrovo di preghiera mussulmano nella settimana delle cerimonie e queste vanno avanti ininterrottamente dalle 17.00 al mattino successivo
  15. L’occasione fa l’uomo ladro, esponenzialmente se il ladro è stato da poco derubato e vive con la sensazione pregiudiziale che chiunque stia cercando di derubarlo
  16. Lo smog si sente in tutto il suo peso specifico se si prova a fare un respiro concentrandosi su quello che si sta facendo
  17. Quando ha perso la barriera del ridicolo e si muove con ferite aperte, un essere umano può arrivare a delle cime di cattiveria inimmaginabili in altri esseri in natura
  18. Nella storia c’è stato qualcuno che aveva le palle, sapeva farlo capire senza usare la forza e te lo comunicava solo guardandoti in faccia: Ghandi. Nessuno ha letto Ghandi o visto un film su di lui ma tutti hanno letto 50 sfumature di grigio e visto un cinepanettone
    18. Bis – L’odio genera l’odio, l’odio genera la guerra, la guerra genera altro odio. La calma genera la pace, la pace fa arrivare alla calma: sia il silenzio, sia le parole sono strumenti che si possono utilizzare per manifestare, ed arrivare, ad entrambi gli intenti
  19. Le parole ed i pensieri sono quel quid che permette ad una persona di influenzare l’andamento del proprio Destino. Forse è questo quando si parla di Forza, influenzare il Clinamen di Lucrezio
  20. Se un posto è a basso costo e tantissima gente va a spenderci le proprie vacanze vuol dire che la Qualità è bassissima
    20. Bis – La Qualità o costa o l’hai cercata applicandoti artigianalmente
    20. Ter – Non tornerò mai in Indonesia.

Cose che ho imparato a Parigi (week-end)

  1. Chi ha vissuto per anni in una città straniera ne conosce i ristroranti migliori, è a lui che devi chiedere.
  2. Quelli che fanno le tre carte sono dei professionisti, sanno quello che fanno e come deve essere fatto. Sono imbattibili, è inutile incaponirsi.
  3. Al Museo D’Orsay c’è Notte Stellata di Van Gogh ma è quella sbagliata. Quella giusta è a New York.
  4. La fonduta di formaggio è l’alimento più riempiente in assoluto.
  5. L’aria di Parigi favorisce la circolazione, oppure è il suo campo magnetico, non lo so. So solo che la circolazione va alla grande.
  6. It’s a long road to the (Torre Eiffel) top.
  7. Un cappotto 100% lana porta la possibilità di prendere la scossa toccando chi lo indossa al 100%.
    7 Bis. Indossare un cappotto di lana nella città dell’amore può essere micidiale.
  8. La cucina francese è lenta da morire ma merita e stupisce
  9. La metropolitana cambia il volto di una città: Roma ha una faccia di merda, per deduzione.
  10. Ogni volta che faccio commenti in italiano in terra straniera su persone assurde che ho davanti pensando che non capiscano cosa dico, corro un rischio gigante.
  11. Ci sono ristoratori a cui basta dire “Fai te” e saranno Felici di farti Felice.
  12. I Francesi hanno colonizzato l’Africa e hanno portato a casa il gene per creare i negri francesi: modo geniale per vincere i mondiali di calcio.